Riconoscimento laurea

Inviata da mihaela iordache. 20 gen 2017 7 Risposte  · Traduzioni Specifiche

MIUR chiede per il riconoscimento delle lauree straniere la traduzione autorizzata o con asseverazione,cosa significa?

traduzione

Miglior risposta

Buongiorno,
normalmente il MIUR chiede traduzione giurata/asseverata in Tribunale del Documento, meglio in copia conforme all'Originale per non perdere il Titolo originale. Il MIUR richiede normalmente ANCHE DICHIARAZIONE DI VALORE del titolo che può ottenere direttamente all'Ambasciata Italiana a Bucarest.
Cordiali Saluti
Dott. Saverio Mastropasqua

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Mihaela,

Per le pratiche di riconoscimento dei titoli accademici conseguiti all’estero è necessario produrre la TRADUZIONE ASSEVERATA (chiamata anche traduzione giurata).

LA PROCEDURA È SEGUENTE:

- Per rendere ufficiale una traduzione è necessario che la traduzione viene fatta da un traduttore ufficiale iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici del Tribunale (CTU), il quale, consapevole delle responsabilità penale (art. 483 C.P.), presta il giuramento, dichiarando ufficialmente la conformità della traduzione al testo in originale redatto in lingua straniera.

- L’atto di giuramento/ asseverazione (verbale di giuramento), debitamente sottoscritto dal traduttore e dal Funzionario viene registrato nei modi previsti dalla legge, presso la Cancelleria Volontaria Giurisdizione del Tribunale Civile o del Giudice di Pace.

- Il documento finale deve essere composto da:

1) copia del documento originale;
2) traduzione asseverata;
3) verbale di giuramento.

Tutti i fogli del documento finale devono essere uniti (mediante spillatura) in modo da formare un unico atto e muniti dal timbro del Tribunale nei punti di congiunzione (o dal timbro dell’Ufficio del Giudice di Pace).

Cordiali saluti,
WorldTranslate® - Traduzioni giurate

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2017

Logo WorldTranslate® – Traduzioni giurate e Legalizzazione WorldTranslate® – Traduzioni giurate e Legalizzazione

23 Risposte

139 voti positivi

Per rendere ufficialmente validi all’estero i documenti rilasciati in Italia, o viceversa è necessario che le traduzioni degli stessi siano “giurate” ossia “asseverate”. Per portare a termine tale procedura, il traduttore giurato iscritto all’albo CTU del Tribunale presta il suo giuramento per la traduzione svolta presso la specifica cancelleria del Tribunale,  restando il fascicolo - composto così da originale e traduzione - registrato nel libro cronologico dell’ufficio asseverazioni.

Il traduttore ufficiale assumendo civilmente e penalmente la suddetta responsabilità, firma e timbra la propria traduzione giurata utilizzando uno specifico verbale di asseverazione.
 
 
In generale quando i documenti si rivolgono all’estero, o viceversa è imprescindibile che la traduzione sia giurata da un traduttore giurato professionale iscritto all’albo CTU del Tribunale, in grado di apporre sul verbale il suo numero di iscrizione all’albo dei traduttori e interpreti giurati nonché il proprio timbro e la propria firma.

Per tutte le traduzioni asseverate che dovranno essere utilizzate all’estero, tranne che per poche eccezioni, è necessaria anche la successiva Legalizzazione (apposta dalla Procura della Repubblica presso lo stesso Tribunale sul retro del verbale di asseverazione. Tale legalizzazione potrà essere “ordinaria” oppure in forma di Apostilla dell'Aja per i Paesi aderenti alla Convenzione de l’Aja del 1961.
Marius Enciu

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2017

Logo Traduzioni Giurate Traducem Traduzioni Giurate Traducem

1 Risposta

3 voti positivi

Mihaela buon giorno,
tutto corretto quanto dicono i colleghi.
ATTENZIONE però, Lei scrive autorizzata Oppure Giurata.
Se effettivamente è questo che le hanno richiesto, potrebbe forse significare che per le autorità alle quali deve presentare i documenti siano soddisfatte anche solo con una dichiarazione della società/traduttore iscritto all'elenco traduttori che ha eseguito la traduzione.
Vale la pena verificare, si risparmia tempo/ soldi/ marche da bollo.
Ci faccia sapere.
Cordialità
Business center sas

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2017

Logo BUSINESS CENTER BUSINESS CENTER

52 Risposte

6 voti positivi

Significa semplicemente che il documento deve essere giurato presso un qualunque Tribunale italiano da un traduttore iscritto all'albro. In questo modo esso può essere riconosciuto all'estero come equipollente.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2017

Logo Newtranslationservices Italia Newtranslationservices Italia

16 Risposte

5 voti positivi

Confermo quanto precedentemente scritto dalla collega Santoro e aggiungo anche l'informazione che in alcuni Tribunali italiani sono state recentemente adottate restrizioni per l'asseverazione delle traduzioni, affinché siano effettuate solo da professionisti iscritti agli albi CTU dei Tribunali o dei Periti ed Esperti della Camera di Commercio o ad Associazioni riconosciute (AITI, ANITI, AssoInterpreti e anloghe), al fine di tutelare l'utente finale e garantire la correttezza delle prestazioni effettuate. Consiglio pertanto di informarsi presso il proprio Tribunale territoriale prima di affidare l'incarico di traduzione e asseverazione

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2017

Logo M3A S.a.s. di Dott. Minella Marina & C. M3A S.a.s. di Dott. Minella Marina & C.

3 Risposte

1 voto positivo

L’asseverazione (anche comunemente chiamata “traduzione giurata” o “traduzione certificata“) viene solitamente richiesta per attestati, diplomi, certificati, contratti, lettere d’incarico, atti del processo e, in generale, in tutti i casi in cui è necessario che sia attestata ufficialmente la corrispondenza del testo tradotto a quanto presente nel testo originale, in modo che la traduzione abbia validità nel paese in cui dev’essere utilizzata.

MA COME SI PROCEDE?

Di fatto si tratta, per il traduttore che ha redatto la traduzione, di recarsi personalmente davanti a un funzionario del Tribunale o del Giudice di Pace a ciò preposto, e firmare un verbale che viene successivamente allegato ai testi presentati (il testo originale e il testo tradotto), in cui è riportato il suo giuramento di aver “BENE E FEDELMENTE ADEMPIUTO ALL’INCARICO AFFIDATOGLI, AL SOLO SCOPO DI FAR CONOSCERE LA VERITA”. La sottoscrizione del verbale comporta per il traduttore l’assunzione ufficiale della responsabilità civile e penale relativamente alla traduzione.
Valentina Santoro

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2017

Logo Agenzia Traduzioni Giurate Traducem Agenzia Traduzioni Giurate Traducem

4 Risposte

9 voti positivi